Colombia, la pace è nostra

Questo libro ricostruisce la storia di un Paese in guerra da oltre cinquant’anni e cerca di capire quali siano oggi le reali possibilità per la pace.

Attraverso gli incontri e il racconto delle persone, l’autore ci parla da alcuni dei luoghi simbolo della guerra e del riscatto popolare. Un reportage che intende sfatare i luoghi comuni che dipingono la Colombia come il Paese della cocaina o di Pablo Escobar.

 

 

15,50 14,00 Esaurito
Il libro in breve

Il processo di pace tra le Farc e il governo Santos è un momento politico decisivo per il cambiamento sociale della Colombia. La firma definitiva del trattato, che arriva dopo tre fallimenti storici da parte di diversi governi, può rappresentare un evento storico di enorme portata, con effetti positivi per tutta l’America latina.

Come si è arrivati a questo risultato? Quali sono gli accordi e come procedono i dialoghi di pace? Ma soprattutto, come cambierà il Paese?

Anteprima

La guerra in Colombia ha più di cinquant’anni. Almeno quest’ultima. Perché dall’indipendenza del Paese (1819) quando Simón Bolívar  riesce a strappare alla corona spagnola gli attuali Stati di Colombia, Panama, Venezuela ed Ecuador, questo vasto territorio non conosce pace. L’attuale configurazione geografica è il frutto, infatti, di una serie di guerre. Una sorta di domino maledetto la porta progressivamente a vantare oggi un primato poco invidiabile a questa terra: ospitare l’insurrezione armata più longeva dell’America latina, rappresentata dall’Eln (Ejército de Liberatión National – 1962) e dalle Farc-Ep (Fuerzas Armadas Revolucionarias de ColombiaEjército Popular – 1965).

Per comprendere l’attuale processo di pace è necessario tracciare una breve cornice storica del conflitto attuale, per conoscerne la genealogia ed essere in grado di avanzare un giudizio di merito su quanto sta succedendo in questo momento nel Paese. Prima di entrare nell’attualità politica e militare della società colombiana di oggi attraverso la narrazione di questo libro, è utile orientarsi un po’ nella sua complessa storia, dividendola in quattro periodi storici, coi quali capire, tra l’altro, perché, dagli anni ’50 fino al governo di Belisario Betancur (1982-1986), lo strumento politico del processo di pace non si mai stato usato per risolvere il conflitto armato. Al contrario di quanto, invece, ha scelto l’attuale governo del presidente Santos.