Il disegno del mondo

La Malesia di Hugo Pratt, la Praga di Vittorio Giardino, l'Iran di Marjane Satrapi, il Libano di David Polonsky

Quattro disegnatori, sei fotografi, cento pagine. Questo volume illustra e approfondisce i temi e lo spirito della mostra “Il disegno del mondo. La Malesia di Hugo Pratt, la Praga di Vittorio Giardino, l’Iran di Marjane Satrapi, il Libano di David Polonsky”, a cura di Ugo G. Caruso, Alessandra Mauro e Antonio Politano, realizzata nell’ambito della seconda edizione del Festival della Letteratura di Viaggio.

23,00 19,55
Il libro in breve

Per Hugo Pratt il fumetto era “letteratura disegnata”. Attraverso il disegno narrava storie. Il suo mondo, come quello degli altri disegnatori, era ed è fatto di avventure, paesaggi aperti, vicoli di città, isole dei Mari del Sud, avamposti di frontiera, scimitarre e carri armati, terre mitiche e interni di caffè. Era ed è popolato di personaggi duri e romantici, donne misteriose, qualche gaglioffo e pirata, imam e stregoni, soldati di cause sbagliate e viandanti sorpresi dalle giravolte della Storia.

E contiene pezzi sparsi e preziosi. Senza accademia, ma con il gusto per l’esplorazione. Interviste a Hugo Pratt, Vittorio Giardino ed Ernesto Ferrero; estratti da interviste a David Polonsky e Marjane Satrapi; reportage dall’Iran e dalla Malaysia di oggi; interventi d’autore di Natalia Aspesi e Alessandra Mauro, Bernardo Valli e Stefano Malatesta. Testi che accompagnano le opere dei quattro disegnatori e le fotografie di sei autori dell’agenzia Magnum Photos.

Anteprima