Un sorriso per ogni lacrima

Voli a bassa quota in un dopoguerra jugoslavo

13,90 11,81
Il libro in breve

Un sorriso per ogni lacrima.
È la frase che dice Beba alla mamma, perché ha pianto tanto per Sanja, la figlia annegata nel fiume. Tanti sorrisi, al posto di tutto quel pianto, di tutto quel dolore.

Un libro che non è romanzo, né libro di racconti… Un libro di colpi bassi.
Perché la guerra fa male, sempre.

Anteprima

Non sarà facile.
Ci saranno momenti difficili, apparentemente invalicabili, come muri di cemento davanti a te e alle tue unghie.
Ti sentirai impotente, ancora una volta troppo lontano e incapace di affrontare l’imprevisto e l’ineluttabile.
Ma durerà un attimo e comincerai…
A provarci, in tutti i modi fino ad attraversarli, quei muri, a sgretolarli, granello di polvere dopo granello di polvere. Alla fine, ce la farai.
Anche quei bastoni fra le tue ruote, anche quelli, verranno fatti a pezzi.
Dalla tua testardaggine, dalla tua volontà, dalla tua rabbia.
E stanerai! Si, stanerai la tua voglia di esserci, laggiù, con loro, di guardarli negli occhi, di ridere e piangere tutti insieme, tutti uniti in uno stesso abbraccio. Stavolta non potrai lasciarli soli, perché stavolta li avrai conosciuti! Sguardi, voci, sorrisi e odori… L’Amicizia, quel giorno, la ritroverai. E quel filo spezzato, ’incanto si salderà.
E guai!… guai a chi ci proverà a spezzarlo di nuovo. Perché quel giorno, quella volta, stavolta… saranno davvero guai per tutti!