Chi siamo

Exòrma pubblica letteratura, letterature di viaggio, saggistica, con particolare attenzione agli aspetti antropologici, estetici, all’attualità dei temi sociali, alla divulgazione di arte, storia, scienza.

La casa editrice nasce sulla scia di uno studio di progettazione grafico-editoriale attivo dal 1985 e diretto dai due editori Orfeo Pagnani e Maura Sassara. Porta quindi in dote le competenze per costruire libri belli dentro e fuori, con la massima cura dedicata agli aspetti di ergonomia del libro, al progetto grafico e alla qualità redazionale.
Nel logo Exòrma la lettera “epsilon” e la “ò” tagliata in basso, che allude alla forma dell’“omega”, chiamano in causa la radice di un verbo greco: mollare gli ormeggi.
Il varo avviene nel 2009 ma il natante si avventura al largo alla fine del 2010 invocando la protezione di Joshua Slocum, il navigatore solitario. Lui la racconta così: «Avevo deciso di fare un viaggio attorno al mondo e, poiché il 24 aprile 1895 il vento era favorevole, salpai l’ancora a mezzogiorno […]».

Il tema del viaggio e la sua dimensione letteraria sono elementi che caratterizzano la casa editrice.
Exòrma è anche l’editore del Festival della Letteratura di Viaggio. FestBook è il libro-catalogo che accompagna la manifestazione e ne accoglie i contenuti.

Tra le altre, ecco due collane che ben rappresentano il progetto editoriale:

Scritti Traversi è dedicata ai luoghi e ai viaggi. Una riflessione critica sulla prospettiva contemporanea: è ancora possibile scoprire i luoghi? Questo è l’interrogativo fondamentale che si pone. Sono scritture meticce, dai modi del reportage alla forma del romanzo-saggio. Il viaggio e i luoghi sono il denominatore comune, l’apporto di temi e discipline diverse fa il resto.

La collana quisiscrivemale è dedicata alla narrativa. Viviamo l’epoca dell’informazione superveloce, sappiamo tutto ma non sappiamo nulla e condividiamo un contesto che sembra voler disertare la complessità: tutto deve essere facile, corretto e conforme, omologato, “scritto bene”.
Ecco perché dalle parti di Exòrma si “scrive male”.
In un panorama editoriale sempre più intricato e difficile da interpretare, Exòrma riunisce autori, diversi tra loro, che decidono di non sottostare al vincolo della “storia” a tutti i costi e abbiano voglia di scrollarsi di dosso la preoccupazione del “come va a finire”, sudando caparbiamente sulla lingua, raccogliendo la sfida. Vogliamo riconsiderare la narrativa come “una delle possibili tentazioni della prosa” della quale rintracciare esempi vitali; trascurare le scritture sfiancate e addomesticate alla necessità del farsi vedere; sbarrare il passo all’omologazione dei contenuti, alle strettoie dei generi.

 

 

Dicono di noi (dalle interviste su The Catcher e L’Indice dei libri del mese):

Schermata 2017-06-14 alle 12.57.55 

Di viaggi e tradizione: Feltrinelli e Exòrma – Chi fa i libri: intervista a Gianluca Foglia e Orfeo Pagnani

di Valentina Rivetti, Sebastiano Iannizzotto, Virginia Giustetto
The Catcher

 

Con quali propositi è nata Exòrma e perché la scelta di questo nome?

Come nel logo, la lettera “epsilon” e la “ò” tagliata in basso che allude alla forma dell’ “omega”, chiamano in causa la radice di un verbo greco: mollare gli ormeggi. […]
Il proposito con cui Exòrma è nata è quello di indagare la dimensione letteraria del viaggio e dei luoghi, a questo s’ispira il nome.

 

Quali saranno le uscite più interessanti di questo 2017?

Nella collana quisiscrivemale, (la collana nella quale abbiamo pubblicato Neve, cane, piede di Claudio Morandini, Né in cielo né in terra di Paolo Morelli, e recentemente Poche parole che non ricordo più di Enrico De Vivo) esce ora L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi di Marino Magliani: da un esilio all’altro, un esilio volontario, un’autobiografia per frammenti e senza soggetto, che si presuppone vera proprio perché non c’è nessuna prova che lo sia […].

Per leggere tutta l’intervista clicca qui.

 

***

 

Schermata 2017-06-14 alle 12.58.12

Mollare gli ormeggi con Exòrma su rotte non convenzionali

L’Indice dei libri del mese

 

«Dedicata alla narrativa è quisiscrivemale, collana che cerca di ritagliare un ambito nel quale autori italiani contemporanei, che decidano di non sottostare al vincolo della narrazione e della “storia” a tutti i costi e scrollarsi di dosso la preoccupazione del “come va a finire”, possano trovare un’occasione. Vorremmo anche riconsiderare la narrativa “come una delle possibili tentazioni della prosa” della quale rintracciare esempi vitali; trascurare le scritture sfiancate e addomesticate alla necessità del farsi vedere; sbarrare il passo all’omologazione dei contenuti, alle strettoie dei generi».

Per leggere tutta l’intervista clicca qui.

 

© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com