Artico Nero – Matteo Meschiari

La libreria immaginaria - Sara D'Ellena

[…] La lettura scorre benissimo tra, da un lato, analisi socio politiche, dati reali e denunce di episodi accaduti, (per citarne uno il risveglio, in Siberia, di un virus per anni addormentato nel permafrost e tornato alla luce a causa del surriscaldamento globale); dall’altro, descrizioni di luoghi e popoli remoti, delle loro tradizioni, dei loro miti, ma soprattutto delle singole persone che li componevano, attorno alle quali vengono inventate e immaginate storie. Infatti, dice l’autore: “io non cerco la verità, mi interessa l’intensità. Ovviamente provo a dire la verità, ma provo dirla in un modo che è già invenzione.”

[…] Matteo Meschiari, con la sua voce, ha portato la tundra, i suoi spazi sconfinatati, i suoi popoli, le tradizioni, “il dolore, il freddo, lo smarrimento, la rabbia di essere stati fottuti con false promesse, il pianto dei bambini. Le persone, Cristo”, nella nostra comoda tenda di occidentali. Per questo, vale davvero la pena di leggere Artico Nero.

Per leggere l’articolo clicca qui.

Recensione a

Artico nero

di Matteo Meschiari

220
14,50 12,30


© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com