Desaparecidos, la voce viva di Haroldo Conti

di Filippo La Porta
Left / 23 Mar 2018

«La prosa ha un tono epico e insieme momenti di lirismo struggente […]. Conti venne arrestato e fatto sparire nel 1976. Se Videla, reo confesso, avesse letto Sudeste non lo avrebbe – verosimilmente – risparmiato. Però inoltrandosi in questa grande epica fluviale, che comprende vita e morte, potere e desolazione, contingenza e eternità – mentre su tutto soffia il vento del Sud-Est – mi piace credere che il truce dittatore, prima di far gettare in mare lo scrittore, avrebbe potuto avere un attimo di esitazione».

Altre recensioni per "Sudeste":

'O Magazine - Il battello desaparecido Avvenire - Magliani, scrittore sul margine Sul Romanzo - Il racconto di un uomo e del suo fiume. “Sudeste” di Haroldo Conti Nazione Indiana - Sudeste Merlin Cocai - Una breve recensione Qui comincia - Radio 3 - Haroldo Conti, Sudeste La poesia e lo spirito - Sudeste, di Haroldo Conti Robinson - la Repubblica - La vita è sogno il manifesto - La vita mutante alla foce del Paranà


© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com