Di viaggi e tradizione: Feltrinelli e Exòrma – Chi fa i libri: intervista a Gianluca Foglia e Orfeo Pagnani

di Valentina Rivetti, Sebastiano Iannizzotto, Virginia Giustetto.
The Catcher / 17 mag 2017

Con quali propositi è nata Exòrma e perché la scelta di questo nome?

Come nel logo, la lettera “epsilon” e la “ò” tagliata in basso che allude alla forma dell’“omega”, chiamano in causa la radice di un verbo greco: mollare gli ormeggi. […]
Il proposito con cui Exòrma è nata è quello di indagare la dimensione letteraria del viaggio e dei luoghi, a questo s’ispira il nome.

Quali saranno le uscite più interessanti di questo 2017?

Nella collana quisiscrivemale, (la collana nella quale abbiamo pubblicato Neve, cane, piede di Claudio Morandini, Né in cielo né in terra di Paolo Morelli, e recentemente Poche parole che non ricordo più di Enrico De Vivo) esce ora L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi di Marino Magliani: da un esilio all’altro, un esilio volontario, un’autobiografia per frammenti e senza soggetto, che si presuppone vera proprio perché non c’è nessuna prova che lo sia […].

Salone del Libro di Torino perché…

Non abbiamo avuto dubbi. Abbiamo visto l’opportunità che proprio questo momento di crisi potesse essere l’occasione per un decisivo rinnovamento del Salone. Ci auguriamo che possa diventare un luogo privilegiato per gli editori indipendenti. Ci sembra che gli organizzatori e soprattutto il gruppo di persone che ha gestito il programma culturale abbiano lavorato con entusiasmo e competenza restituendo centralità al libro, alla progettualità, ai contenuti […].

Per leggere tutta l’intervista clicca qui.



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com