È precisa come un respiro, la sinistra: “Poche parole che non ricordo più” di Enrico De Vivo

di Alessandra Selmi
Il cittadino di Monza e Brianza / 30 mar 2017

«Si apre così, con una piccola riflessione sulle grandi cose della vita, il romanzo di Enrico De Vivo che è un viaggio interiore nel sogno. Il narratore, così come il lettore, si fa guidare dai personaggi che incontra per le pagine [...]. Lo stile è impeccabile, rifinito, calibrato.»

 



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com