Il grande gioco si è spostato in Iran

Corriere della Sera - Lorenzo Cremonesi

«Acconcia punta i riflettori sull’Iran: le sue contraddizioni interne, la sfida tra teocrazia e libertà civili, lo scontro tra grandi centri urbani e le ancora radicate realtà agricole nelle province, l’esistenza di avanguardie studentesche assetate di Occidente e invece il mondo in evoluzione delle scuole religiose. I recenti attentati di Isis a Teheran e gli sviluppi della politica di Donald Trump, in controtendenza rispetto a quella di Barack Obama, riportano l’Iran al cuore della grande politica».

 

Recensione a

Il Grande Iran

di Giuseppe Acconcia

220
14,50 12,30


© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com