27/11/2014

La strage dei congiuntivi

Perté - Vinvenzo Martorella

Un volume denso e ricco di spunti, che. come ci ha detto Roscia, racconta la storia di Dionisio e dei suoi bizzarri sodali (un analista sensoriale, un bibliotecario, un dattiloscopista della polizia e un professore di letteratura sospeso dall’insegnamento a tempo indeterminato) che, di fronte all’ignoranza dilagante e all’inesorabile scadimento lessicale, decidono di reagire, combattere, attuare il loro salvifico piano per ripristinare la ricchezza e la varietà della lingua, difenderne l’integrità e celebrarne definitivamente la bellezza. A tutti i costi. Un giallo sui generis, il cui vero oggetto, come si diceva è la nostra lingua. «Sì, il libro parla della lingia italiana», ha proseguito l’autore, «di una delle più belle, articolate, complesse e musicali lingue al mondo. Una lingua che, nel migliore dei casi, viene sottoutilizzata ma che, sempre più spesso, purtroppo, è tormentata, alterata, saccheggiata, annichilita, mutilata, inquinata, infangata, stuprata, seviziata, amputata, umiliata, cannibalizzata, torturata a morte». […]

 

Recensione a

La strage dei congiuntivi

di Massimo Roscia

220
8,49


© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com