15/11/2018

Lessico: La strage dei congiuntivi

Il Tempo - Veronica Meddi

Se l’uomo più sexy del mondo, in una notte stellata, tra vibranti violini, guardandoti negli occhi intensamente, ti dicesse: “E se ora io ti dassi un bacio?”.
La costellazione cadrebbe a pezzi riproducendo un suono cacofonico. L’amore verrebbe messo a dura prova da un congiuntivo mancato. Qualcuno potrebbe dire che allora non è vero amore. E qualcun altro potrebbe ribattere che questa non è la vera lingua italiana. La verità sta tutta nella musicalità. E nella musicalità, la bellezza. Ma la “bellezza sta morendo, e nessuno sembra accorgersene”, scrive Massimo Roscia nel suo più che intelligente ultimo romanzo “La strage dei congiuntivi”. […]

Dionisio e i suoi sodali, un analista sensoriale, un bibliotecario, un dattiloscopista della polizia e un professore di letteratura, decidono di reagire e combattere per attuare il loro salvifico piano. Va aggiunto a questi cinque paladini un sesto cavaliere, l’autore. […]

 

Recensione a

La strage dei congiuntivi

di Massimo Roscia

220
8,49


© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com