La strage dei congiuntivi – Movemagazine

di Livio Capuano
Movemagazine / 19 feb 2015

[…] Dionisio e i suoi amici […] sono dei veri e propri eroi romantici e non possono non reagire di fronte ai congiuntivi invertiti con i condizionali, ai verbi transitivi resi intransitivi, ai troncamenti confusi con le elisioni… Nella loro eroica quanto disperata battaglia contro la barbarie, non si fermeranno dinanzi a nulla, neanche all’omicidio di un assessore alla cultura, colpevole di gravi crimini contro la lingua. Il cattivo uso del congiuntivo assurge a simbolo del degrado, della perdita di ciò che proprio questo modo verbale esprime: il dubbio, il desiderio, la cortesia… Mi torna in mente quella straordinaria battuta del film Ovosodo, quando Piero dice: “Bastava un congiuntivo in più e venivi bollato per sempre come finocchio”.

 



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com