Le parole sono «Pietre» che vivono

di Fabrizio Ottaviani
Il Giornale / 23 apr 2017

«Fra poetica della minaccia e allegoria di una società in frantumi, chissà che le pietre semoventi di Morandini non alludano a una permanenza ostinata del dogma, che come un ingombrante residuo travolga gli uomini non appena essi provano a negare l’assolutismo della realtà».

 

 



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com