21/07/2020

L’unica notte che abbiamo

«In questo fecondo cortocircuito che si genera tra una lingua novecentesca e un impianto sperimentale, i personaggi prendono parola sovrapponendosi, passandosi il testimone (fisico e metaforico), generando una coralità polifonica in cui più voci si mescolano per restituire un canto unico.»

Per leggere la recensione clicca qui.

Recensione a

L’unica notte che abbiamo

di Paolo Miorandi

220
16,00 15,20


© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com