“Neve, cane, piede”: l’indagine sull’umano di Claudio Morandini

Il Fatto Quotidiano - Rossella Milone

«Neve, cane, piede di Claudio Morandini (Exorma edizioni) è una storia archetipica, è la storia di quando l’essere umano si ficca nelle caverne per proteggersi dalla natura primitiva, ma, anche, per capire il senso di quello che la vita gli fa vivere. Morandini infila Adelmo Farandola dentro questo imbuto qui: quello del mito in cui si fissa la solitudine, lo scompiglio umano fagocitato dai bisogni di una natura più forte, la dolcezza di una vita che tenta di attecchire nel ghiaccio e che, sempre, cerca un amico per conforto. Non ci dà scampo, Morandini: ogni frase, ogni parola ha il gesto secco di uno schiocco di dita, e la ruvidezza delle pietre, appena rotolate giù».

 

Recensione a

Neve, cane, piede

di Claudio Morandini

220
13,00 11,00


© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com