04/05/2018

Perdersi tra le vie di “Barcelona desnuda”

Il rifugio dell'ircocervo - Anja Boato

«Barcelona desnuda è un lavoro estremamente impegnativo che tenta di trasformare un mosaico di conoscenze interdisciplinari in una forma letteraria fruibile per chiunque […]. Ciascun racconto parte da un’idea intrigante ed è reso con uno stile sempre piacevole, abbellito da escamotage narrativi generalmente originali e imprevedibili. Si passa da prime a terze persone, da monologhi a fitti dialoghi, da intrecci temporali a salti cronologici tra epoche storiche. A parlare sono animali, statue, prostitute, malavitosi, eroi, poveri, poliziotti – non c’è gerarchia, ogni voce è unica, un punto di vista inimitabile su alcune delle più invisibili sfumature di una città poliedrica come Barcellona. Ogni spunto narrativo diventa poi un pretesto per immergersi in accurate descrizioni di piazze, edifici, vie: l’opera della Sbardella è prima di tutto una mappa spaziale e temporale della città, corredata di fotografie dei luoghi principali e legittimata da un’ampia bibliografia finale […]».

Per leggere tutta la recensione clicca qui.

Recensione a

Barcelona desnuda

di Amaranta Sbardella



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com