Più Libri Più Liberi 2016: lo sguardo di Exorma

di Aldo Benassi
Lalenteweb.it / 18 dic 2016

Uno sguardo che dal Parco degli Acquedotti – luogo molto vicino alla sede della casa editrice diretta da Orfeo Pagnani – si allarga a tutto il mondo. Questa è la filosofia della collana di punta di Exorma, “Scritti traversi”, delle narrazioni di viaggio che dalla Russia e l’artico – vedi i titoli “Viaggiatori nel freddo” di Sparajurij e “Artico nero” di Matteo Meschiari fanno il giro del mondo in molte e tate pagine tornando nella città eterna, tema di due nuovi libri per i tipi di Exorma, ovvero “Se Roma è fatta a scale” di Alessandro Mauro e “Né in cielo né in terra” di Paolo Morelli. Il primo è un viaggio intrapreso con uno sguardo autentico su una realtà di Roma tutta da scoprire, in cui lo stile di Mauro, a metà tra prosa e poesia senza mai andare oltre le 1800 battute, restituisce un libro tutt’altro che scontato. Il secondo prende spunto dal famoso film “I fantasmi a Roma” – prima commedia di Edoardo, poi film di Alessandro Pietrangeli nel 1961 –  e vede protagonisti degli spettri che per salvare il palazzo in cui abitano dalla speculazione edilizia, decidono di assumere un ghost writer per scrivere un best seller per ricavare tanti soldi quanti ne servono per acquistarlo.



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com