Il posto delle parole – “Dalla Corea del Sud”

di Livio Partiti
Il posto delle parole / 14 Ott 2017

Oggi la parola Corea ci ricorda il nord. Quanto si riflette del nord al sud in quello spazio geografico.

 

Non si riflette molto sul nord. Il nord è una sorta di tabù, c’è un interdetto linguistico che cade sulla Corea del Nord, perché l’unico modo per vivere bene in Corea del Sud è quello di non pensare a quello che accade oltre il confine. E dunque si vive in una consapevole smemoratezza di quello che accade oltre il confine

e se le notizie arrivano vengono represse o vengono percepite con disincanto e con rassegnazione. È l’unica strategia per poter vivere bene in Corea del Sud soprattutto in un momento come quello attuale. […]”

 

 

Per leggere tutto l’articolo e ascoltare il podcast clicca qui.



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com