Se si perde l’immaginario

Il Bene Comune / 31 Ott 2017

“Posso immaginare che col tempo, avviene quasi sempre nel tormento dello scrivere, La balena abbia subìto via via aggiunte, tagli, resipiscenze e arricchimenti, ma rimarranno sicuramente intatti certi passaggi, certe riflessioni acute, dolorose e l’ossessione di una balena pari a quella di Moby Dick. Una scrittura in cui si fondono e confondono storia personale e controstoria del cinema, nonché memoria senza nostalgia di un provincia da ricordare con affetto ma senza indulgenza.”



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com