L’incontro tra letteratura e antropologia. Il legame tra letteratura e scienze sociali e la nuova frontiera dell’antropofiction: da Joyce a ad “Artico nero” di Matteo Meschiari

di Sergio Vivaldi
Ultima Pagina / 21 feb 2017

«Forse l’Antropofiction è stata parte dell’antropologia sin dall’inizio: non è certamente rigorosa dal punto di vista accademico, ma è accessibile a tutti e permette a chiunque di accedere a fatti realmente accaduti senza il velo di verosimiglianza dietro al quale si nasconde ogni romanzo. È una forma di letteratura ibrida, ancora in fase di definizione, che sicuramente rappresenta una nuova frontiera letteraria: non ci sono limiti stilistici o di linguaggio e Meschiari stesso gioca con gli stili e con la lingua nei sette racconti che formano questo primo esempio italiano».

Per leggere tutto l’articolo clicca qui.



© 2013 omgrafica s.r.l. - Via Fabrizio Luscino, 73 - 00174 Roma - P.IVA/Cod.Fisc. 09551781009 Telefono 06 76962014 - Fax 06 76900592 - email: info[at]exormaedizioni.com